Mercoledì, 31 Gennaio 2018 09:42

SECONDA: IL CADORE NON PERDONA

SECONDA: IL CADORE NON PERDONA

1919 CADORE - USD LENTIAI: 2-1 (fonte: Corriere Delle Alpi)

È battaglia fino al 90’, ma al diradarsi della polvere sono le sagome biancorosse del Cadore a congedarsi con le mani al cielo. Terza vittoria in una settimana per gli uomini di Ben: nove punti determinanti per rimettersi in pista per il grande obiettivo. Gli ultimi tre, quelli sudatissimi con il fanalino Lentiai, valgono il sorpasso al San Michele e l’assestarsi al secondo posto in solitaria con ancora una gara da recuperare rispetto alle avversarie.

La decide la doppietta di capitan Andrea Da Corte, che fredda due volte Piva dal limite. Due fucilate da tre punti, affilate e decisive. Due mattoni nella costruzione di un campionato di altissimo profilo, e per le grandi opere servono anche prestazioni sporche come quella che piega l’organizzato, corridore e mai domo Lentiai. I neroverdi di Sommacal si presentano sul sintetico di Lacuna pieni di buona volontà, di corsa e di due linee a quattro molto robuste. Poi con il possesso è solo palla sugli esterni o sulle spalle di quel gran lavoratore di Basei, che si fa in quattro e merita il gol con cui riapre la partita a metà ripresa, mettendo pepe al finale di match.

Piovono anche le responsabilità dei padroni di casa: con il secondo gol di Da Corte al 5’ della ripresa il Cadore l’avrebbe chiusa e visibilmente l’agonismo degli ospiti andava calando. Poi una disattenzione e l’acuto di Basei in diagonale a tu per tu con Sacchet. Si aggiungono le chance per il terzo gol fallite e fino al triplice fischio il risultato rimane in bilico.

La prima occasione della gara è biancorossa: al 7’ bella azione sulla sinistra, cross di De Mattia per Romano che sul secondo palo stacca e colpisce. Bravo Piva con i piedi a sventare in corner. Poi esce la voglia del Lentiai. Al 20’ brivido per Sacchet sulla punizione di Basei dal limite deviata dalla barriera di poco alta, e al 25’ lo stesso Basei pescato in area da Jaku fallisce di testa da pochi passi. Al 30’ allora è il Cadore a passare. La sinistra è la pista preferita per gli uomini di Ben, con le sovrapposizioni di De Mattia e le puntate di un inarrestabile Borca. Da un cross lungo da quel lato esce il gol. Bravissimo Battaiola a seguire sul lato opposto, ad appoggiare di petto a Da Corte che dal limite trova l’angolino basso. Al 40’ Romano di testa fallisce il raddoppio sul perfetto assist ancora di Da Corte e si va al riposo. La ripresa si apre con il secondo tiro vincente del capitano del Cadore. È lui ad aprire l’azione, allargare per Borca e aspettare l’appoggio del compagno per sparare in porta. Basei la riapre al 21’, ma nell’ardore della battaglia non fioccano più grandi occasioni. Il Cadore la porta a casa. In foto Francesco Scarton.

Formazione: Piva, Beggio, Andrea Cesa, Zucco, Toigo, Fehim Kajbe, Raccanelli, Thomas Pauletti, Basei, Jaku, Girarli

 checco

Sponsor By

image

Visite: 77 volte
Squadra V N P GF GS DR Pt
Tambre 1997 4 1 0 15 8 7 13
Sois 3 2 0 16 6 10 11
Auronzo 3 0 2 13 6 7 9
Lentiai 2 2 1 9 8 1 8
Gemelle 2015 2 1 2 11 8 3 7
Real Damos 1 3 1 2 2 0 6
Domegge Calcio 2 0 3 5 10 -5 6
Cortina 1 2 2 10 8 2 5
Longarone 1 2 2 7 8 -1 5
Piave 1 2 2 7 9 -2 5
Coi de Pera 0 4 1 5 10 -5 4
Esercito 7 Alp 0 1 4 0 17 -17 1